About David Schacherl

Ho più di dieci anni di esperienza in web design, grafica e brending. Nel tempo libero mi dedico alla fotografia di viaggio e alla musica.

Roma con la neve

Dieci centimetri di neve e tutto cambia. Per la gioia di quasi tutti i romani, la notte tra il 3 e il 4 Febbraio del 2012 l'aria fredda dal nord ha aggirato le Alpi passando a est da Trieste e a ovest dal Rodano raggiungendo l'italia centrale portando la neve anche a Roma. Tutti i quartieri si sono risvegliati imbiancati, era dalla meravigliosa nevicata del 1986 che non succedeva. Dieci centimetri tutto si ferma, quasi nessun mezzo in giro. Sono sceso in strada ben attrezzato e ho camminato dalle 9 di mattina alle 6 di sera passando per trastevere, il lungotevere, villa Pamphili, ovunque ho visto la gente in estasi per questo meraviglioso regalo del clima. Pubblicato: 4 Febbraio 2012 Autore: David Schacherl Luogo: Roma Lascia un commento Villa Pamphili Guarda anche TORNA ALL'INIZIO DELL'ARTICOLO

I murales dell’ex Mira Lanza

L'arte che restiuisce bellezza ad un luogo abbandonato. L'antico complesso della Mira Lanza, uno splendido sito di archeologia industriale tra i quartieri Ostiense e Marconi, giace da tempo in uno stato di abbandono. Negli anni è stato recuperato solo un terzo degli edifici, tra cui lo stabile che oggi occupa il Teatro India. Nel 2016 lo street artist francese Julien Seth Malland sceglie di dipingere i suoi murales nella parte colpita dall'incendio del 2014 con l'idea di restituire dignità e visibilità a questo luogo. Anche altri street artist locali vi hanno partecipato, tra cui Groove (Riccardo Martinelli). L'effetto che si ha aggirandosi tra le macerie è sorprendente, tra i resti dell'incendio e i cumoli di spazzatura emergono murales tra i più belli ed espressivi di Roma. Pubblicato: 05 Novembre 2017 Autore: David Schacherl Luogo: Roma Lascia un commento Murales di Julien Seth Malland Habent Sua Fata Libelli Palmira Lampedusa Deficit OrbisMurales di "Groove" (Riccardo Martinelli)Mariana abita nelle baracche all'interno della struttura Guarda anche TORNA ALL'INIZIO DELL'ARTICOLO

Il mare e l’entroterra della Corsica

Un isola da visitare tutta. La Corsica non è grande e l'ho visitata quasi tutta. Sin da piccolo con la mia famiglia campeggiavamo nella parte Sud-Est dell'isola, tra Solenzara e Bonifacio, bellissima con le sue spiagge bianche. Negli ultimi anni mi è capitato di visitarla in agosto scegliendo di esplorare la costa ovest, dalla Riserva naturale di Scandola fino giù a Bonifacio. Uno dei miei posti preferiti del Mediterraneo si trova proprio qui, nella Baia di Propriano dove ho fatto molte delle foto che ho pubblicato. La Corsica ci regala una natura selvaggia e rigogliosa ed è straordinariamente ricca d'acqua. Dopo un po' di giorni di mare è bello rinfrescarsi nei fiumi dell'entroterra o fare un' escursione sulle tante vette, in particolare sul monte Cinto che arriva a 2706 m. Anche i borghi sono piacevoli, in particolare consiglio Propriano, Sartena, Bonifacio, Corte e il capoluogo, Bastia. Pubblicato: 22 Agosto 2012 Autore: David Schacherl Luogo: Corsica, Francia Lascia un commento Baia di Propiano I faraglioni di Bonifacio La riserva naturale di Lavezzi Golfo di Porto Camping sul fiume, non c'è un posto migliore per campeggiare Il monte Cinto La pesca notturna delle anguille [...]

L’isola di Tinos nelle Cicladi

Un isola gioiello, poco turistica. Negli anni sessanta era la meta preferita degli hippie inglesi e del nord europa, non a caso, è bellissima, sia per le spiagge con l'acqua cristallina tipica delle clicladi e per i deliziosi paesini dell'interno o che si affacciano sul mare. Abbiamo soggiornato nella zona nord-est dell'isola, nel paesino di Panormou che si affaccia su un piccolo ma spettacolare golfo, da li consiglio una camminata fino a Kavalourko Beach. Il lungo mare di questo borgo è perfetto per cenare in uno dei tanti e deliziosi ristoranti, consiglio. La spiaggia più bella che abbiamo visitato è Paralia Livada, ad est dell'isola, le rocce di granito levigate dal vento e dal mare sono spettacolari. C'è un borgo a Tinos che è il mio preferito, Isternia, il paese degli artisti. Da 400 metri di altitudine si affaccia da un anfiteatro naturale sul mare Egeo. tutto il paese è lastricato di marmo bianco che accentua il contrasto con il blu del mare. Consiglio di visitare la fortezza veneziana che si trova nel punto più alto dell'isola, da li si possono incredibilmente vedere molte isole delle cicladi. Pubblicato: 10 Settembre 2016 Autore: David Schacherl Luogo: Tinos, Grecia Lascia un commento Kavalourko Beach nel golfo di Panormos [...]

L’isola di Andros nelle Cicladi

Bella e selvaggia. Andros è l'isola frequentata prevalentemente dai greci, anche perché è possibile raggiungerla soltanto da traghetti che partono dal porto di Rafina. È tormentata dal Maltemi, il potente vento estivo che a volte non si ferma per giorni, ma si trova sempre una caletta meno ventosa dove fare il bagno. Particolarmente bella è la città principale di origine veneziana, omonima dell'isola, che affaccia ad est. Le case hanno un bell'aspetto curato, è una città originariamente ricca, scelta perlopiù da armatori greci. Le spiagge più belle che ho visitato si trovano a nord-ovest dell'isola e si raggiungono solamente percorrendo difficili strade bianche. Pubblicato: 05 Settembre 2016 Autore: David Schacherl Luogo: Andros, Grecia Lascia un commento La città di Andros Medusa Lo spettacolo del tramonto nelle isole Greche è unico Balli tipici nel porto di Gavrio Guarda anche TORNA ALL'INIZIO DELL'ARTICOLO

Sardegna, da Alghero ad Oristano

Belle spiagge e tanto vento. La sardegna è un isola stupenda, gli isolani sono tosti e pieni di dignità, sono anche gelosi della loro isola e cercano di proteggerla dalla speculazione. La cucina è famosa, dal porceddu arrosto alla bottarga di Cabras. Per non parlare dei dolci tipici che sono tra i più buoni di tutto il mediterraneo. Ho passato una bella estate in questa zona, da Alghero alla penisola dell'area archeologica di Tharros, ogni spiaggia è diversa, spettacolare è la penisola di Capo San Marco con le rovine archeologiche di Tharros che affacciano sul mare, la spiaggia di Is Arutas con i granelli si sabbia a forma di chicchi di Riso, la spiaggia di Sa Mesa Longa, S'Archittu e le spiagge intorno a Bosa. Pubblicato: 29 Agosto 2014 Autore: David Schacherl Luogo: Sardegna Lascia un commento S'Archittu San Giovanni di Sinis Area acheologica di Tharros Stagno di Sale e Porcu Alghero Sabbia di Is Arutas Guarda anche TORNA ALL'INIZIO DELL'ARTICOLO

Orto Botanico di Roma

Un piccolo eden nel cuore di Roma. Andare all'orto botanico di Roma è sempre un piacere, ogni stagione offre uno spettacolo diverso, a Maggio fioriscono i ciliegi del giapponesi. Anche in autunno, magari in un giorno di pioggia, i fiori e le piante sono incantevoli con i riflessi delle goccioline d'acqua. Perdetevi nelle serre delle piante grasse o nella serra tropicale. La foresta di bamboo è emozionante, alcuni sono enormi. Periodicamente il parco ospita eventi particolari, come la mostra di Bonsai. Pubblicato: 05 Giugno 2015 Autore: David Schacherl Luogo: Roma, Lazio Lascia un commento Guarda anche TORNA ALL'INIZIO DELL'ARTICOLO

Roma di Notte

Bella anche al buio. La città, come il tevere, scorre sempre anche di notte. Da ragazzo passavo le nottate sui gradini della fontana di santa Maria in Trastevre, ancora adesso, a quarant'anni faccio lo stesso. Trastevere mantiene ancora il suo fascino anche se l'industria del turismo cerca di distruggerlo. Roma di notte è bella anche senza movida, come in una notte piovosa, lungo il tevere o nei quartieri periferici come Pietralata. Pubblicato: 24 Marzo 2017 Autore: David Schacherl Luogo: Roma, Lazio Lascia un commento Il Gazometro Capodanno Pietralata Stazione della Metro Monti Tiburtini Guarda anche TORNA ALL'INIZIO DELL'ARTICOLO

Il centro di Roma

La città eterna. Vivo a Roma da quando sono nato e non smette mai di stupirmi per quanto è bella. Questa sezione è dedicata al centro storico, dal tevere a campo de fiori, da piazza navona al pantheon, le zone dove sono cresciuto. Con i suoi monumenti superlativi e i vicoletti nascosti è una città che va visitata almeno una volta nella vita. Roma ha un cielo ed una luce particolare, unica. Sicuramente gli antichi abitanti della zona, oltre a scegliere questo luogo per costruire una città, per via del fiume, hanno apprezzato il clima speciale della pianura del tevere. Pubblicato: 11 Maggio 2015 Autore: David Schacherl Luogo: Roma, Lazio Lascia un commento Ponte Sisto Piazza Farnese Campo de Fiori Roma vista dei tetti da Via dei Cappellari Fontana delle TartarugheFontana dei Quattro Fiumi a Piazza Navona Il soffitto del Pantheon Santa Maria in Trastevere Piazzetta dei Gatti a Campo dei Fiori Guarda anche TORNA ALL'INIZIO DELL'ARTICOLO

Sperlonga

Il borgo più bello del litorale laziale. Già da piccolo mi portavano a campeggiare al campeggio Nord-sud di sperlonga. I miei ricordi sono vividi, un mare stupendo, le passeggiate fino a le vie strette del borgo, il profumo delle cozze prese un'ora prima dallo scoglio e cotte nel tegame con il sugo. Va visitata la grotta di tiberio e le tante calette a sud, in particolare quella dei "cento gradini". Consigliatissima è la visita nei mesi non estivi, il clima rimane mite fino a dicembre e già ad aprile si può fare il bagno. I tramonti dalla piazza del paese o dal faro sono indimenticabili. Pubblicato: 11 Giugno 2016 Autore: David Schacherl Luogo: Sperlonga, Lazio Lascia un commento Torre Truglia villa Abbandonata Guarda anche TORNA ALL'INIZIO DELL'ARTICOLO